Più tempo alle cose Urgenti o alle cose Importanti?

Aggiornato il: mag 11

Dedichiamo le nostre giornate alle cose urgenti o alle cose importanti? Tecnicismi sulla gestione del tempo a parte, è normale che ogni attività che facciamo possa essere urgente oppure no, e importante oppure no.


Il compito più impegnativo della nostra vita sarà, dunque, di trovare il tempo per le cose importanti che non sono urgenti; e lasciar perdere le cose urgenti che non sono importanti...

Può sembrare un ragionamento un po’ contorto...


Ma alla fine vedrai che è davvero molto semplice!


Siamo portati ad occuparci delle cose urgenti perché tendono a essere più semplici e lineari, oltre che a darci una soddisfazione immediata; il capo è contento, oppure ci sbarazziamo della fastidiosa sensazione di aver lasciato qualcosa in sospeso.

Per realizzare i nostri sogni o impegnarci per un futuro migliore, invece... non c’è mai tempo, non c’è mai l’occasione giusta.


Continuando a comportarci così, il risultato che otteniamo è una vita fatta di banalità.

Quando si tratta di stabilire delle priorità, siamo come il bersaglio di quei subdoli spot pubblicitari che vogliono venderci piatti commemorativi dei matrimoni reali o affettatori di avocado elettrici - rigorosamente scontati solo per un periodo limitato di tempo.

È una finta urgenza, ma funziona: se non ci sbrighiamo non li troveremo più! Non li volevamo o non ne avevamo bisogno? Non fa niente. Dobbiamo sbrigarci!

Inoltre, il fatto che tendiamo a dare la priorità all’urgenza invece che all’importanza raramente ci porta a fare scelte migliori.


Scegliere di dedicarsi ad una cosa importante è una decisione completamente razionale, mentre l'urgenza è una questione emotiva quasi fisica: agiamo sull'onda di un disagio, una stretta allo stomaco, il cuore che batte.

Come superare questo problema?


Uno dei trucchi è prendere coscienza di queste sensazioni, imparare a trattare il senso di urgenza come un segnale del fatto che probabilmente non è il modo migliore per usare il nostro tempo.

E poi, anche quando c’è un motivo legittimo per fare qualcosa che riteniamo urgente, probabilmente ne sopravvalutiamo l’importanza.


A volte, vale la pena lasciare che piccole cose negative accadano, per permettere che alla fine succedano grandi cose positive.

Ti faccio un esempio relativo alla nostra attività.


A volte, partecipare ad un incontro di formazione invece che andare ad una festa di compleanno di un nostro amico, può sembrare una scelta difficile, ma che vantaggi ci dà il compleanno?

Oppure: lasciare la cena da parte per seguire una conferenza via web dove ci insegnano qualcosa sui nuovi concetti di marketing: quanti preferiscono finire di cenare? Ebbene: la cena ci porterà la nostra indipendenza economica?


E questo esempio può essere ripetuto per centinaia di situazioni.


Ma se diventiamo consapevoli di questo punto debole, certamente sarà più facile rinunciare a qualcosa di “piacevole subito” o cosiddetto “urgente” per dedicarci al nostro progetto di vita, che è certamente più importante.


Buone Scelte!






45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti